Accad(d)e

Per Giacomo è una serata come le altre.

Sa già che, una volta oltrepassata la porta della sua casa, un muro di ostilità gli si parerà innanzi.

Come ormai succede da tanto tempo. Da troppo.

Le responsabilità che gravano sulla sua schiena sono più forti di qualsiasi altra cosa, più forti anche della pensione che ha raggiunto dopo anni di sacrifici.

Traguardo che passerà, come sempre, sotto una crudele indifferenza.

Eppure la visita inattesa di Manuel, il vicino, dà una piega diversa a una serata buia come l’appartamento di Giacomo.

Perché Manuel non è solo: con lui, una ragazza timida, quasi timorosa.

Una ragazza che, dopo poche ore, tornerà a bussare alla porta di Giacomo, ma questa volta ad aprire sarà Marisa, sua moglie, una donna squassata da un dolore troppo grande da poterlo descrivere.

Basta uno sguardo, e Marisa capisce tutto.

Un altro mostro ha messo piede nel loro caseggiato.

Un mostro dalle fattezze di angelo.

Come colui che, molti anni prima, stravolse la loro famiglia.

Accadde.

Accade.

Può una donna sola e indifesa salvare se stessa e chi le sta intorno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *